“Rama Vattene”, lo slogan che ha invaso il Parlamento

396

“Rama Vattene” questo è lo slogan che ha invaso le strade intorno al Parlamento sin dalle prime ore del mattino. Migliaia di proteste stanno affrontando numerose forze di polizia che cercano di non consentire ai manifestanti di marciare verso l’Assemblea dei trafficanti di droga.

I manifestanti cercano di rompere il cordone di polizia, mentre altri parlamentari hanno fatto giuramento in parlamento. Si sono lanciato oggetti forti alla polizia.

L’opposizione sta tenendo oggi la protesta di fronte al parlamento contro il governo. La protesta lanciata oggi alle 9:30, parallelamente alla sessione plenaria, è stata accompagnata da tensione e confusione tra la polizia e gli abitanti di “Unaza e Re”. Si è appreso che la polizia ha accompagnato alcuni di loro.

Durante la protesta dell’opposizione, l’ex deputato della PD Ervin Salianji ha affermato che se i manifestanti potrebbero attraversare la recinzione della polizia in 2 minuti, non sono lì per esercitare violenza.

Secondo lui, i pubblici ministeri non stanno facendo il loro lavoro osservando gli atteggiamenti che hanno nei confronti degli alti funzionari dello stato.
“Cerchiamo prosperità per gli albanesi, Rama vuole denaro e inpoverire le persone, quindi siamo qui e diciamo Rama Vattene.

Vogliamo elezioni libere ed eque e l’Albania come tutta l’Europa, non come quelle di Maduro in Venezuela. Vogliamo funzionari governativi di cittadini, non di oligarchi, quindi diciamo Rama Vattene.”

Il governo è immerso nel crimine e nella corruzione, cercando di fare pressione sui cittadini, ma oggi sono più forti che mai e gridano Rama Vattene.

I pubblici ministeri sono castrati, e non possono toccare i funzionari come Gjinknuri, Dako, Afrim Qendro, Qazim Sejdini”- ha detto Salianji. “Non c’è nessuna barriera che ci fermi” – ha detto.